Nature’s Fury Summer Camp 2020 – “La furia della natura, il rischio geologico e la robotica”

Per chi è?
Bambine e bambini dagli 8/9 10 anni in poi.

Quanti incontri sono?
Cinque incontri presso Il_Laboratorio da lunedì 31 agosto a venerdì 04 settembre con ingressi distribuiti su 3 turni dalle 8:30 alle 9:00 (8:30-12:30, 8:45-12:45, 9:00-13:00); attività di insieme dalle 9:30 alle 12:30; uscite distribuite dalle 12:30 alle 13:00 rispetto all’ordine di ingresso (attività individuali dedicate nel periodo di attesa).

Cosa succede?
Una settimana di immersione nel mondo della robotica applicata al rischio geologico e Protezione Civile!!!
Strategie per controllare e fronteggiare la FURIA DELLA NATURA.
Dall’esplorazione di come funziona la nostra Terra, vulcani, terremoti, frane e alluvioni, fino alla progettazione, costruzione e programmazione di robots che aiutano a risolvere le emergenze della Protezione Civile.

– 1° incontro – ALLA SCOPERTA DELLA TERRA
Un laboratorio sul funzionamento del nostro pianeta con l’aiuto del geologo che ci illustra vulcani e terremoti, con l’osservazioni di campioni di minerali e rocce tramite l’uso di microscopi e lenti d’ingrandimento.
Segue un’attività di scoperta della robotica applicata all’indagine geologica e geomorfologica, sull’esempio del mini ROBOT VULCANOBOT progettato dalla NASA, imparando a conoscere i segreti dei robots.

– 2° incontro – TERREMOTI e ROBOTS
Cosa è un terremoto? Capire la sua natura ci permette di scoprire quali sono le zone più a rischio nella nostra Italia e quali misure di prevenzione si possono adottare nella costruzione delle nostre abitazioni e degli edifici di uso comune; una serie di piccoli esperimenti con sismografi e sismogrammi per imparare come fanno i geologici a d individuare la posizione e la profondità dei terremoti.
Nella seconda parte si cominciano a costruire robot che simulano il comportamento dei terremoti e che ci permettono di comprendere i segreti sulla stabilità degli edifici.

– 3° incontro– ACQUA, LE SUE FORME E I SUOI PERICOLI
Perché avvengono le alluvioni? Un problema per la città di Firenze che lo si conosce se si scopre come funziona il ciclo dell’acqua, attraverso esperimenti e l’uso della SANDBOX, un simulatore virtuale per verificare come scorre l’acqua su differenti morfologie del territorio.
Droni e robot subacquei per la scoperta dei percorsi e comportamenti dell’acqua e per le previsioni atmosferiche.
Come possono intervenire i robot nell’emergenze idrogeologiche? Si risponde alla domanda attraverso la costruzione e progettazione di un robot ideato per svolgere diverse missioni di Protezione Civile.

– 4° e 5° incontro – MISSIONI NATURE’S FURY
Inizia la sfida! Attrezziamo il nostro robot di tutti i sistemi accessori necessari e programmiamolo per aiutare l’uomo a risolvere i tanti problemi che dovrà affrontare nell’esplorazione della nostra Terra e nella gestione dell’emergenze sismiche, vulcaniche e idrogeologiche, in aiuto alla Protezione Civile; robot autonomi in grado di svolgere compiti in ambienti e scenari estremamente ostili, le MISSIONI NATURE’S FURY!

Quanto costa e quando si può prenotare?
Tutte le informazioni sono disponibili al seguente link: https://il-laboratorio.academy/iscrizioni-nuovi-summer-camp-stem-settembre-2020